Rä di Martino

Roma, 1975. Vive e lavora tra Roma e Torino.

Gran parte delle opere di Rä di Martino si colloca nello scarto che separa la realtà dalla finzione. Spesso sono registrazioni di accadimenti, situazioni vissute in prima persona dall’artista o filtrate attraverso l’immaginario cinematografico e teatrale. Prediligendo il video e la fotografia come mezzi espressivi, l’artista mette in scena storie tanto artificiali da risultare vere o, al contrario, tanto realistiche da apparire astratte. Molti suoi lavori sono caratterizzati dall’utilizzo di un registro linguistico surreale, bizzarro, ironico e spesso estraniante, producendo un cortocircuito di senso che impedisce allo spettatore di discernere tra realtà e rappresentazione.

Condividi / Share