Maria Elisabetta Novello

Vicenza, 1974. Vive e lavora a Udine.

L’artista ha studiato presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, dove si è laureata con una tesi in Pittura. Ottenuta una borsa di studio alla Fondazione Bevilacqua La Masa, l’artista inizia a esporre nel 2001. Tra le collettive recenti si segnalano quella al MART di Rovereto (2013) e al Museo d’Arte Moderna e Contemporanea “Casa Cavazzini” di Udine (2015); tra le mostre personali, quelle alla Galleria Fumagalli di Bergamo (2012) e alla Anna Marra Arte Contemporanea di Roma (2015). Sin dagli esordi Novello utilizza un materiale d’elezione – la cenere lignea – con il quale realizza opere che transitano attraverso le tecniche – installazioni, performance, sculture e quadri – e i generi tradizionali, come il paesaggio. Fondate sulla precarietà e l’assenza, le sue opere agiscono attraverso minime variazioni e come un dispositivo di apertura nei confronti del transitorio. Ha ricevuto il primo premio nelle edizioni del 2007 di Maninfesto (Villa Manin di Passariano), del 2013 del Blumm Prize (Bruxelles) e 2014 della Fondazione VAF.

Condividi / Share