Margherita Moscardini

Donoratico, 1981. Vive e lavora.

Moscardini sviluppa progetti a lungo termine all’incrocio tra architettura e paesaggio, che coinvolgono le aree urbane, indagando in particolar modo luoghi interstiziali e di confine, spazi emblematici non solo dal punto di vista geografico e morfologico, ma anche sociale e culturale. La sua ricerca si concentra sul tempo e sullo spazio e su come questi elementi impongano all’ordine urbano e a quello naturale un ineluttabile processo di trasformazione. Le diverse discipline che regolano? l’ambiente cittadino e naturale entrano a far parte della pratica di Moscardini in modo attivo, dando vita a opere articolate, che mantengono tuttavia un potenziale contemplativo ed estetico. La fase progettuale, spesso di lunga gestazione, è parte integrante e sostanziale del lavoro: un’indagine approfondita del contesto di intervento tesa sempre a piegare i limiti di conoscenza e fruizione dei diversi oggetti della sua ricerca. Le sue opere sono state presentate in molte istituzioni in Italia e all’estero, tra cui IIC, Istanbul (2013), SongEun ArtSpace, Seoul (2014), MAXXI, Roma (2016), Palazzo Reale, Milano (2015).

Condividi / Share