Francesco Fonassi

Brescia, 1986. Vive e lavora a Brescia.

Azioni, dispositivi audiovisivi e radiofonici, complessi installativi e configurazioni ambientali. Attraverso l’esperienza dell’ascolto, Fonassi opera sulle dinamiche della percezione sonora e sul loro profilo sociale e agisce sull’attitudine umana a subire e reagire a forme di aggressività, isolamento e interruzione. Il suo lavoro è stato presentato al Palais de Tokyo, Parigi; MAXXI, Roma; CoCA, Torun; Viafarini, Milano; Emily Harvey Foundation, New York; Färgfabriken, Stoccolma; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Auditorium Parco della Musica di Roma; MACRO, Roma e in festival e spazi indipendenti: BB15, Linz; Blockhaus DY10, Nantes; DKSG Galerija e Remont Gallery, Belgrado; A CertainLack Of Coherence, Porto; Glassbox, Parigi, Sarajevo Winter Festival, Sarajevo. È stato artista in residenza a Le Pavillon, Parigi; Pastificio Cerere, Roma, Citè Internationale des Arts, Parigi; Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia; Real Presence, Belgrado – Castello di Rivoli, Torino. Nel 2015 è stato tra i finalisti del Premio Furla.

Condividi / Share